Giustizia e Diritti dal Pianeta Scuola

TAR Lazio: I laureati in scienze della formazione primaria hanno diritto a 5 punti aggiuntivi nelle Graduatorie di merito del concorso ordinario, posto comune scuola primaria.

Tar Lazio-Roma – sentenza n. 127/2018

La vicenda trae origine dalla mancata valutazione da parte della commissione giudicatrice del concorso scuola primaria 2016, posto comune, del bonus di 5 punti ai docenti in possesso della Laurea in scienze della formazione primaria ai sensi della tabella di valutazione dei titoli, punto A.1.2 , in aggiunta al punteggio riconosciuto per il voto di laurea.

Si tratta di una penalizzazione che ha coinvolto centinaia di docenti partecipanti al concorsone del 2016 per la suola primaria, posto comune, operata dalla Commissione giudicatrice che ha motivato il mancato riconoscimento del punteggio aggiuntivo sulla base del fatto che la laurea in scienze dalla formazione primaria è titolo di accesso al concorso già valutato ai sensi del punto A. 1.1. della tabella allegata al D.M. 94 del 23 febbraio 2016.

Orbene, tale interpretazione restrittiva non trova alcun conforto nella lettera della norma che testualmente riconosce il bonus di 5 punti “in aggiunta” al punteggio attribuito per il voto di laurea.

Ciononostante vane sono state le richieste di rettifica della graduatoria avanzate dalla ricorrente, che si è vista costretta ad adire il Tribunale Amministrativo per ottenere il riconoscimento dei propri diritti.

Con sentenza n. 128/18 il Giudice Amministrativo, accogliendo totalmente le argomentazioni difensive dello studio legale Alteri, ha ritenuto il ricorso fondato perché la Tabella A, al punto 1.2 allegata al D.M. 94 del 23 febbraio 2016 ha previsto tra i titoli valutabili la Laurea in Scienze della Formazione Primaria, aggiungendo, altresì, che l’amministrazione avrebbe dovuto prendere in considerazione le richiesta di rettifica della graduatoria ed attribuire i 5 punti già in sede di autotutela, ovviamente previa verifica dell’effettiva sussistenza del titolo in capo alla candidata.

Dunque, sulla base di tali motivazioni il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza Bis), ha accolto il ricorso e, per l’effetto, ha annullato la graduatoria di merito e le rettifiche successive con riferimento alla posizione della ricorrente ordinando all’amministrazione di apportare le necessarie modifiche alla graduatoria medesima entro il termine di trenta giorni.

Si tratta di un provvedimento di estrema importanza, idoneo a cambiare la vita e le prospettive professionali della docente coinvolta, in quanto il giusto riconoscimento del punteggio illegittimamente negato consentirà alla stessa di ottenere il tanto desiderato ruolo nella scuola primaria.

Avv. Maria Rosaria Altieri

Cerca nel sito
News
NEWS Cessazione dal servizio Normativa scuola 2013 Sicurezza Normativa scuola 2009 Retribuzione Assunzione Normativa scuola 2012 Legge 104 Graduatorie Normativa scuola 2015 Giurisprudenza scuola 2015 Mobilità Dirigenti scolastici Normativa scuola 2014 Responsabilità Giurisprudenza scuola 2010 Permessi e assenze Valutazione Giurisprudenza scuola 2017 Normativa scuola 2010 Supplenze Organico Procedimento amministrativo Contrattazione Giurisprudenza scuola 2016 CONTRIBUTI Procedimento giurisdizionale Disabili Contratti Giurisprudenza scuola 2013 Sostegno Bilancio Religione cattolica Procedimento disciplinare TFA Esame di Stato Giurisprudenza scuola 2009 Riforma Gelmini Giurisprudenza scuola 2011 Normativa scuola 2011 Giurisprudenza scuola 2014 Giurisprudenza scuola 2012 Incompatibilità Iscrizione Comportamento antisindacale Concorsi Precariato Normativa scuola 2016 Scrutini
Sindacato SAB Accesso Avv. Marco Cini Tar Toscana Tar Molise Avv. Elena Spina Tribunale di Brindisi Tar Lombardia Giurisdizione Anief Avv. Isetta Barsanti Mauceri Avv. Maria Rosaria Altieri Tar Sicilia INPS Tribunale di Trani Avv. Giuseppe Versace Tar Lazio Tar Puglia FLC-CGIL MIUR Tar Calabria Tribunale di Modica Tribunale di Roma Cisl Scuola Gilda Unams Tribunale di Milano Avv. Walter Miceli Katjuscia Pitino Reiterazione contratti Tribunale di Napoli CNPI Governo Corte di Cassazione Parlamento Corte dei Conti Funzione Pubblica Tar Campania Avv. Antonio De Crescenzo Leggi ATA Avv. Giovanni Rinaldi Avv. Angelo Tuozzo Avv. Francesco Orecchioni Avv. Francesco Americo Tribunale di Torino UIL Scuola Corte Costituzionale Consiglio di Stato Avv. Giuseppe Policaro Avv. Luigi Giuseppe Papaleo