Giustizia e Diritti dal Pianeta Scuola

Illegittimità dei provvedimenti relativi alla determinazione delle dotazioni organiche del personale docente (D.I. 62-2009 e C.M. 37-2010).

 

È illegittimo il Decreto Interministeriale n. 62 del 6 luglio 2009 relativo all’organico di diritto del personale docente per gli aa.ss. 2009/10, in quanto l’amministrazione non può prescindere, nel procedimento di determinazione delle dotazioni organiche complessive, dal parere delle commissioni parlamentari competenti espressamente previsto dall’art. 22 della legge 448/2001.

È illegittima la Circolare Ministeriale n. 37/2010 del 13 aprile 2010 con la quale il MIUR ha trasmesso uno schema di D.I. e ha diramato istruzioni per la determinazione delle dotazioni organiche del personale docente per l’a.s. 2010/2011.

Invero tale prassi può ritenersi legittima solo nella misura in cui si limiti a predisporre adempimenti, avviare consultazioni a dettare istruzioni, tutte espressamente e chiaramente condizionate, non solo in relazione alla loro utilità ma anche e soprattutto in ordine agli effetti giuridici vincolanti, all’effettiva emanazione del testo normativo i cui contenuti si anticipano. Gli effetti – in alcuni casi particolarmente rilevanti nei confronti dei soggetti coinvolti a vario titolo nella vita e nel funzionamento delle istituzioni scolastiche – devono cioè manifestarsi e decorrere dalla data di entrata in vigore della norma, e l’anticipazione deve concernere esclusivamente aspetti organizzativi e strumentali senza imporre sacrificio alcuno (neanche provvisorio) agli interessi dei soggetti in qualche modo toccati dalla norma in fieri. In sostanza, la circolare – ovviamente in relazione agli aspetti ancora de iure condendo – deve limitarsi a dare istruzioni operative in modo che la macchina amministrativa, anche periferica, sia pronta ai “blocchi di partenza” non appena la norma entrerà in vigore.

E’ evidente che siffatto modus procedendi è ontologicamente incompatibile con azioni preparatorie che coinvolgano il rapporto di lavoro o il rapporto con gli alunni, ossia questioni che incidano immediatamente sulla sfera giuridica di terzi generando effetti irreversibili, poiché in tali casi il principio di legalità risulterebbe gravemente violato.

 

Vai al documento

Cerca nel sito
News
Iscrizione Procedimento disciplinare Supplenze Responsabilità NEWS Assunzione Giurisprudenza scuola 2013 Procedimento amministrativo Giurisprudenza scuola 2014 Comportamento antisindacale Procedimento giurisdizionale Graduatorie Mobilità Scrutini Retribuzione Normativa scuola 2009 Disabili Contratti Giurisprudenza scuola 2016 Normativa scuola 2010 Contrattazione Normativa scuola 2013 TFA Giurisprudenza scuola 2012 Legge 104 Giurisprudenza scuola 2010 Giurisprudenza scuola 2009 Normativa scuola 2014 Riforma Gelmini Bilancio Concorsi Sicurezza Religione cattolica Normativa scuola 2016 Normativa scuola 2011 Permessi e assenze Precariato Normativa scuola 2015 Dirigenti scolastici Giurisprudenza scuola 2011 Organico Incompatibilità Valutazione Esame di Stato Giurisprudenza scuola 2017 Sostegno Cessazione dal servizio Giurisprudenza scuola 2015 Normativa scuola 2012 CONTRIBUTI
Tar Puglia Tribunale di Brindisi Giurisdizione Anief Gilda Unams Tribunale di Napoli Avv. Luigi Giuseppe Papaleo Avv. Giuseppe Policaro Leggi FLC-CGIL UIL Scuola Tar Campania Cisl Scuola Avv. Giovanni Rinaldi Funzione Pubblica Tribunale di Trani INPS Tribunale di Roma Consiglio di Stato Corte di Cassazione Tar Molise Tar Lombardia Avv. Elena Spina Avv. Maria Rosaria Altieri Governo Tribunale di Modica Corte Costituzionale Tar Lazio Avv. Francesco Orecchioni Tribunale di Torino Avv. Francesco Americo Avv. Marco Cini Accesso Parlamento Katjuscia Pitino Tar Sicilia Avv. Antonio De Crescenzo Avv. Angelo Tuozzo Avv. Giuseppe Versace Avv. Walter Miceli Sindacato SAB Reiterazione contratti Corte dei Conti Tar Toscana Tribunale di Milano MIUR Avv. Isetta Barsanti Mauceri CNPI ATA Tar Calabria