Giustizia e Diritti dal Pianeta Scuola

Con ordinanza ex art. 700 cpc del 27/07/2018 il Tribunale di Cosenza – Sez. Lavoro, accogliendo le argomentazioni difensive dell’avv. Sergio Algieri, del foro di  Cosenza, ha riconosciuto ad una docente  – referente unica di genitore con disabilità grave – il diritto ad essere trasferita nelle operazioni di mobilità interprovinciale (di fatto disapplicando le norme del CCNI sulla mobilità che, giustappunto, non riconoscono il diritto di precedenza ex art. 33 legge 104/92 nei trasferimenti interprovinciali, limitandone la operatività nell’ambito della sola mobilità provinciale).

Con la predetta ordinanza cautelare è stato statuito che la precedenza prevista da una lex speciale (qual è la legge 104/1992) in materia di diritti volti a garantire la integrazione sociale e l’assistenza della persona disabile ‘non può essere derogata da un contratto collettivo contenente norme di carattere generale in materia di assegnazioni e trasferimenti’; conseguentemente, è stata dichiarata illegittima la deroga alla legge 104/1992 ad opera dei CCNI mobilità 2016/2017 e 2017/2018 per il trattamento discriminatorio che ne consegue: ‘è evidente un trattamento discriminatorio tra i docenti in quanto se il diritto di precedenza è attribuito nella mobilità provinciale e nella procedura di assegnazione provvisoria a fortiori non può essere escluso in quella interprovinciale perché è proprio nei trasferimenti tra province diverse e lontane che diventa, sul piano oggettivo e logistico, difficile se non impossibile provvedere alle cure del familiare disabile ed ancor di più se il docente è l’unico referente’.

Perciò, in accoglimento della domanda proposta (e conformemente all’ormai uniforme orientamento della  giurisprudenza di merito  sul punto) è stato riconosciuto il diritto della ricorrente ad ottenere il trasferimento presso la sede disponibile, tra quelle indicate nella domanda di mobilità interprovinciale, con la precedenza di cui all’art. 33 comma 5 legge 104/1992.

Avv. Sergio Algieri

Cerca nel sito
News
Procedimento disciplinare Cessazione dal servizio Iscrizione Normativa scuola 2010 Giurisprudenza scuola 2010 Giurisprudenza scuola 2015 TFA Assunzione Supplenze Normativa scuola 2009 Valutazione Giurisprudenza scuola 2017 Giurisprudenza scuola 2009 Normativa scuola 2012 Giurisprudenza scuola 2016 Sostegno Mobilità Concorsi Procedimento amministrativo Normativa scuola 2013 Precariato Normativa scuola 2014 Orario Riforma Gelmini Giurisprudenza scuola 2011 Sicurezza Giurisprudenza scuola 2014 Religione cattolica Contrattazione Comportamento antisindacale Giurisprudenza scuola 2012 Esame di Stato Graduatorie Normativa scuola 2011 Incompatibilità Normativa scuola 2015 NEWS Permessi e assenze Organico Dirigenti scolastici Scrutini Disabili Giurisprudenza scuola 2013 Contratti Legge 104 CONTRIBUTI Retribuzione Procedimento giurisdizionale Giurisprudenza scuola 2018 Responsabilità
UIL Scuola Sindacato SAB Avv. Giuseppe Policaro Tribunale di Milano Avv. Giovanni Rinaldi Avv. Giuseppe Versace Tar Campania Tribunale di Napoli Avv. Elena Spina Tar Molise Avv. Luigi Giuseppe Papaleo Accesso Reiterazione contratti Corte di Cassazione Consiglio di Stato MIUR Tribunale di Trani ATA Anief Tar Sicilia Leggi Katjuscia Pitino Tar Lazio Tar Calabria CNPI Avv. Maria Rosaria Altieri Corte Costituzionale Governo Tribunale di Torino Giurisdizione Avv. Angelo Tuozzo Tribunale di Potenza Avv. Pietro Siviglia Parlamento Avv. Francesco Orecchioni Cisl Scuola Corte dei Conti Avv. Marco Cini Tar Puglia Funzione Pubblica FLC-CGIL Tar Toscana Gilda Unams Avv. Francesco Americo INPS Tar Lombardia Tribunale di Lecce Tribunale di Brindisi Tribunale di Modica Avv. Isetta Barsanti Mauceri