Giustizia e Diritti dal Pianeta Scuola

I titoli di accesso alla III fascia del personale ATA restano validi anche per la prima fascia

 

E’ quanto stabilito dal Tribunale di Latina chiamato a decidere su reclamo di una aspirante al profilo ATA, Addetto alle Aziende Agrarie, che si era vista negare l’accesso alla I fascia (24 mesi) sulla base dell’assunto sostenuto dall’ambito territoriale secondo cui il titolo posseduto dalla ricorrente non era più valido in quanto la sequenza contrattuale per il personale ATA sottoscritta il 25.07.2008 avrebbe mutato i titoli di accesso.

Quanto sostenuto dall’Amministrazione scolastica, tuttavia, non trova conforto nella normativa di settore, in quanto sia l’art. 2, comma 7, dell’O.M. n. 21/2009 che l’art. 1, comma 7 del DDG n. 89/2017 hanno previsto, con identica formulazione che: “per coloro che sono inseriti nelle graduatorie di circolo e di istituto di 3 fascia vigenti al momento della scadenza della domanda, restano validi, ai fini dell’ammissione per il medesimo profilo professionale, i titoli di studio in base ai quali avevano conseguito a pieno titolo l’inserimento in tali graduatorie”.

Il Tribunale di Latina, in composizione collegiale, con ordinanza n. 4199 del 21 marzo u.s. ha accolto integralmente le argomentazioni difensive dello studio legale Altieri, ritenendo che dalla lettura delle precitate norme emerge chiaramente che per chi risulta già inserito nelle precedenti graduatorie di III fascia, rimangono validi i titoli di studio richiesti dall’ordinamento vigente all’epoca dell’inserimento nelle predette graduatorie. La ratio della disciplina è ben chiara risultando diretta a fornire l’evidente tutela alla permanenza nelle predette graduatorie  a dispetto della successiva modifica dei requisiti di accesso per i vari profili professionali. Se così non fosse, se cioè a tali titoli non fosse riconosciuta detta (ultra)validità, si potrebbe verificare l’ipotesi per cui una volta inserito validamente nelle graduatorie di circolo e di istituto di 3 fascia, il personale ATA, in relazione ai vari profili professionali, a fronte della modifica dei titoli di studio richiesti per il relativo accesso, non avrebbe alcuna possibilità di permanenza nelle graduatorie in oggetto, né possibilità di accesso alla I fascia al fine della stipulazione di contratti  a tempo indeterminato.

La ricorrente ora dovrà essere inserita in I fascia ATA, profilo Addetto alle Aziende Agrarie, ed, essendo l’unica aspirante in graduatoria, conseguirà il ruolo.

Avv. Maria Rosaria Altieri

Cerca nel sito
News
Scrutini Procedimento giurisdizionale Graduatorie Giurisprudenza scuola 2016 Comportamento antisindacale Giurisprudenza scuola 2014 Giurisprudenza scuola 2010 Cessazione dal servizio Giurisprudenza scuola 2009 Incompatibilità Organico Valutazione CONTRIBUTI Orario Concorsi Giurisprudenza scuola 2015 Giurisprudenza scuola 2018 Iscrizione Sostegno Retribuzione Permessi e assenze Normativa scuola 2011 Disabili Normativa scuola 2013 Precariato Procedimento amministrativo Normativa scuola 2015 TFA Giurisprudenza scuola 2017 Riforma Gelmini Contrattazione Normativa scuola 2012 Procedimento disciplinare Normativa scuola 2010 Supplenze NEWS Giurisprudenza scuola 2013 Legge 104 Giurisprudenza scuola 2011 Assunzione Mobilità Esame di Stato Religione cattolica Responsabilità Giurisprudenza scuola 2012 Normativa scuola 2014 Sicurezza Contratti Dirigenti scolastici Normativa scuola 2009
Tar Toscana Cisl Scuola Avv. Giuseppe Versace Anief Tar Molise Accesso Tar Puglia Tribunale di Lecce Corte Costituzionale Tribunale di Modica Tar Lombardia Consiglio di Stato Avv. Giuseppe Policaro Tribunale di Milano Governo Tar Calabria Avv. Elena Spina Reiterazione contratti Sindacato SAB Katjuscia Pitino Avv. Francesco Americo Corte di Cassazione Avv. Marco Cini Tar Campania Tribunale di Napoli FLC-CGIL CNPI Avv. Giovanni Rinaldi Parlamento Funzione Pubblica Avv. Pietro Siviglia ATA Avv. Maria Rosaria Altieri Tribunale di Roma Tar Lazio Tribunale di Trani Avv. Isetta Barsanti Mauceri MIUR Avv. Angelo Tuozzo Gilda Unams Avv. Luigi Giuseppe Papaleo Leggi UIL Scuola Tribunale di Torino Corte dei Conti Giurisdizione Tar Sicilia Tribunale di Brindisi INPS Avv. Francesco Orecchioni