Giustizia e Diritti dal Pianeta Scuola

Reiterazione di contratti a tempo determinato – Diritto alla conversione in un solo contratto a tempo indeterminato – non sussiste – Diritto al risarcimento del danno – sussistenza.

 

Requisiti essenziali per la validità di un contratto a tempo determinato sono: a) che lo stesso venga stipulato per esigenze di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo; b) che la causale venga esplicitata espressamente nello stesso atto scritto con cui si appone il termine; c) che la causale sussista effettivamente, nel senso che la prestazione lavorativa del dipendente assunto a termine sia, sulla base di una valutazione da effettuarsi ex post, connessa alle suddette esigenze; d) che l’apposizione del termine, pur in presenza delle indicate ragioni, non sia espressamente vietata dal legislatore.

Nell’ipotesi di impiego pubblico la conseguenza della illegittima apposizione del termine (atteso il disposto dell’articolo 36 D.lgs. 165/2001 e dell’articolo 97 della Costituzione il quale prevede l’accesso agli impieghi nella P.A. solo a seguito di concorsi) non può essere la costituzione – per via giudiziaria – di un solo contratto a tempo indeterminato ex tunc e per il futuro; la illegittima apposizione del termine deve, conseguentemente, ritenersi determinare solo l’obbligo risarcitorio del danno cagionato.

Tale risarcimento non deve essere apparente ma effettivo; non deve essere discriminatorio in peius, rispetto al settore del lavoro privato; deve, infine, avere efficacia dissuasiva sullo Stato e sul suo apparato amministrativo, al fine di impedire futuri abusi nel ricorso allo strumento del contratto a tempo determinato.

(Sentenza pubblicata su OrizzonteScuola.it)

 

Vai al documento

Cerca nel sito
News
Sostegno Supplenze Contratti Dirigenti scolastici Normativa scuola 2010 Organico Procedimento giurisdizionale Giurisprudenza scuola 2017 Giurisprudenza scuola 2013 Giurisprudenza scuola 2009 Scrutini Normativa scuola 2009 Normativa scuola 2016 Precariato Giurisprudenza scuola 2014 CONTRIBUTI Comportamento antisindacale TFA Assunzione Mobilità Normativa scuola 2012 Iscrizione Disabili Incompatibilità Responsabilità Esame di Stato Concorsi Sicurezza Riforma Gelmini Giurisprudenza scuola 2010 Contrattazione Normativa scuola 2011 Giurisprudenza scuola 2015 Normativa scuola 2014 Religione cattolica Permessi e assenze Retribuzione Giurisprudenza scuola 2016 Bilancio Cessazione dal servizio Procedimento disciplinare Valutazione Normativa scuola 2015 Graduatorie Giurisprudenza scuola 2011 Procedimento amministrativo Giurisprudenza scuola 2012 NEWS Legge 104 Normativa scuola 2013
Tar Molise Reiterazione contratti Tribunale di Trani Avv. Francesco Orecchioni Avv. Giuseppe Policaro Avv. Antonio De Crescenzo Corte di Cassazione CNPI Tribunale di Torino Sindacato SAB Tribunale di Brindisi Gilda Unams UIL Scuola Tar Puglia INPS Accesso Tribunale di Milano Tar Sicilia Avv. Giuseppe Versace Corte dei Conti MIUR Tribunale di Napoli Avv. Luigi Giuseppe Papaleo Avv. Elena Spina Avv. Isetta Barsanti Mauceri Tar Calabria Parlamento Governo Avv. Maria Rosaria Altieri Tribunale di Roma Tar Campania Funzione Pubblica Avv. Angelo Tuozzo Corte Costituzionale Tar Lombardia Tar Toscana Avv. Walter Miceli Leggi Giurisdizione Tar Lazio Cisl Scuola Avv. Marco Cini Consiglio di Stato FLC-CGIL Katjuscia Pitino Anief Avv. Giovanni Rinaldi ATA Tribunale di Modica Avv. Francesco Americo