Giustizia e Diritti dal Pianeta Scuola

Trasferimento da posto di sostegno a posto comune: si deve considerare il servizio preruolo ai fini del computo del quinquennio.

 

Tribunale di Lecce – Ordinanza n. 20479-2017

La mancata parificazione fra l’attività di insegnamento su posti di sostegno come docente di ruolo o come supplente, ai fini della soddisfazione del vincolo di permanenza quinquennale, si pone in conflitto con il divieto di discriminazione del lavoro a tempo determinato, contenuto alla clausola 4, punto 1, della Direttiva comunitaria 1999/70/CE.

Una norma nazionale non può, quindi, prevedere che, in assenza di ragioni oggettive, per i dipendenti pubblici di ruolo, nel confronto con altri dipendenti pubblici di ruolo, non siano presi in considerazione i periodi di servizio prestati in qualità di dipendente temporaneo.

Se lo scopo dell’art. 127, comma 2, della legge n. 29771994 è quello di prevedere un’esperienza quinquennale nell’attività didattica di sostegno, perché un docente possa ottenere il trasferimento in un posto “comune”, non rileva se detta esperienza sia stata acquisita prima o dopo l’immissione in ruolo, per cui non vi sono quelle ragioni oggettive, di cui alla direttiva comunitaria, che, sole, giustificherebbero una disparità di trattamento tra dipendenti pubblici, a seconda che abbiano svolto il quinquennio di servizio su posto di sostegno computando o scomputando quello prestato con contratti di lavoro a tempo determinato.

Ne consegue che il docente che vanta cinque anni di servizio su posto di sostegno, sia in virtù di un contratto a tempo indeterminato, che di contratti a tempo determinato, ha diritto di proporre domanda di trasferimento su posto comune.

Avv. Stefania Isola

Cerca nel sito
News
Giurisprudenza scuola 2010 Procedimento disciplinare Procedimento giurisdizionale Normativa scuola 2013 Sicurezza Giurisprudenza scuola 2012 Bilancio Normativa scuola 2012 Riforma Gelmini Contratti Permessi e assenze Normativa scuola 2016 Supplenze Normativa scuola 2009 Sostegno Responsabilità Giurisprudenza scuola 2015 Iscrizione Cessazione dal servizio Concorsi Giurisprudenza scuola 2013 Normativa scuola 2010 Contrattazione Comportamento antisindacale Giurisprudenza scuola 2014 Scrutini Organico Normativa scuola 2015 Precariato TFA CONTRIBUTI Giurisprudenza scuola 2011 Giurisprudenza scuola 2009 Disabili Esame di Stato Legge 104 Normativa scuola 2014 Religione cattolica Valutazione Giurisprudenza scuola 2017 Mobilità NEWS Normativa scuola 2011 Giurisprudenza scuola 2016 Retribuzione Incompatibilità Procedimento amministrativo Assunzione Graduatorie Dirigenti scolastici
Avv. Giuseppe Versace Tribunale di Torino Avv. Angelo Tuozzo Leggi Tribunale di Napoli UIL Scuola Consiglio di Stato Accesso Avv. Marco Cini Tar Toscana Corte di Cassazione Ministero del Lavoro Tar Veneto Avv. Walter Miceli Parlamento Sindacato SAB INPS Tribunale di Modica Corte Costituzionale Tar Calabria Funzione Pubblica Tar Molise Tar Lazio Avv. Luigi Giuseppe Papaleo Avv. Antonio De Crescenzo MIUR Governo Avv. Francesco Orecchioni CNPI Giurisdizione Katjuscia Pitino Tar Lombardia Avv. Giuseppe Policaro Avv. Isetta Barsanti Mauceri Gilda Unams Avv. Elena Spina Corte dei Conti Tar Campania Avv. Francesco Americo Reiterazione contratti Tribunale di Brindisi Cisl Scuola Tribunale di Trani Tar Puglia Tribunale di Milano ATA Avv. Giovanni Rinaldi Anief Tar Sicilia FLC-CGIL