Giustizia e Diritti dal Pianeta Scuola

Domanda mobilità docenti scuola 2016/17. Sentenza Tribunale Napoli del 3 ottobre 2017: prevale il punteggio più alto, vince il merito.

Con una sentenza, depositata il 3 ottobre 2017, il Tribunale di Napoli  ha censurato l’operato del Ministero dell’Istruzione nella gestione della procedura di mobilità straordinaria per l’a.s. 2016/2017.

Più dettagliatamente, il Tribunale di Napoli ha  dichiarato illegittimo il trasferimento della docente che, al momento della domanda di mobilità nella scuola, era in possesso di un punteggio superiore rispetto a quello di altri insegnanti meno meritevoli.

La docente di scuola primaria, dopo l’assunzione con il piano straordinario di cui alle legge 107/2015 c.d. “buona scuola” ed a seguito della presentazione della domanda di mobilità territoriale, era stata assegnata all’Ambito Territoriale Emilia Romagna 2 e precisamente ad un Istituto Comprensivo della città di Bologna.

Dalla consultazione della graduatorie la ricorrente apprendeva che altri docenti – con minor punteggio –  avevano ottenuto delle sedi più vicine ed in particolare in alcuni Ambiti Territoriali della Campania da lei invano richiesti nella domanda di  mobilità territoriale.

L’avvocato Giuseppe Sabbatella dell’ufficio legale del Sindacato SNALS di Napoli adiva il Tribunale partenopeo per sollevare l’illegittimità dei trasferimenti disposti dal Ministero in quanto asseritamente non rispettosi del punteggio posseduto dalle ricorrenti, ma determinati da un’errata lettura del dato normativo e, cioè, mediante l’attribuzione degli Ambiti sulla base del criterio prevalente dell’indicazione nella griglia delle preferenze contenuta nell’istanza di mobilità.

Il Giudice del Tribunale di Napoli – Sezione Lavoro –  dott.ssa Gagliardi conveniva con tale interpretazione, spiegando in sentenza che dalla lettura congiunta della legge 107/2015 e del CCNI sulla mobilità territoriale nel Comparto Scuola “risulta palese l’errore in cui è incorsa l’amministrazione convenuta nella elaborazione delle graduatorie con riguardo ai singoli ambiti, con particolare riferimento alla valutazione delle istanze e alla attribuzione della sede in ragione del maggior punteggio ottenuto con riferimento alle varie preferenze espresse, criterio rimasto vanificato” .  Il Tribunale accoglieva il ricorso e dichiarava il diritto della ricorrente , previa disapplicazione della disposizione contenuta nel C.C.N.I. dell´8.04.2016, “ad essere assegnata … su posto comune o di sostegno/speciale di Scuola Primaria Classe di concorso EEE presso uno degli ambiti territoriali, con particolare riferimento agli Ambiti Regione Campania e Regione Lazio, indicati come preferiti nell’ordine di preferenze allegato alla domanda stessa, secondo il punteggio attribuitole e con priorità rispetto a coloro che abbiano conseguito minor punteggio …”. 

Napoli, 19.10.2017

Avv. Giuseppe Sabbatella

Cerca nel sito
News
Giurisprudenza scuola 2014 Orario Giurisprudenza scuola 2017 Disabili Legge 104 Religione cattolica Procedimento amministrativo Permessi e assenze Retribuzione Contratti Supplenze Dirigenti scolastici NEWS Normativa scuola 2015 Normativa scuola 2011 Giurisprudenza scuola 2012 Concorsi Normativa scuola 2010 Assunzione Riforma Gelmini Iscrizione Valutazione Normativa scuola 2014 Scrutini Sicurezza Normativa scuola 2012 Responsabilità Normativa scuola 2013 CONTRIBUTI Giurisprudenza scuola 2015 Procedimento disciplinare Contrattazione Procedimento giurisdizionale Giurisprudenza scuola 2010 Mobilità TFA Cessazione dal servizio Comportamento antisindacale Giurisprudenza scuola 2016 Giurisprudenza scuola 2013 Giurisprudenza scuola 2009 Normativa scuola 2009 Graduatorie Incompatibilità Esame di Stato Giurisprudenza scuola 2018 Giurisprudenza scuola 2011 Precariato Organico Sostegno
Avv. Giovanni Rinaldi Tar Lazio Tribunale di Napoli ATA Accesso Avv. Angelo Tuozzo Leggi Tar Molise UIL Scuola Tribunale di Modica Tribunale di Milano MIUR Avv. Walter Miceli Avv. Maria Rosaria Altieri Tribunale di Trani Governo Reiterazione contratti Parlamento Tribunale di Lecce Consiglio di Stato Katjuscia Pitino FLC-CGIL Tar Lombardia Tribunale di Brindisi Tar Toscana Avv. Luigi Giuseppe Papaleo Anief Avv. Isetta Barsanti Mauceri INPS Tar Calabria Corte dei Conti Avv. Francesco Americo Tar Puglia Funzione Pubblica Corte Costituzionale Tar Campania Tar Sicilia Tribunale di Torino Giurisdizione Cisl Scuola Gilda Unams Tribunale di Roma Avv. Francesco Orecchioni Avv. Elena Spina Avv. Giuseppe Versace Avv. Marco Cini Sindacato SAB Corte di Cassazione Avv. Giuseppe Policaro CNPI