Giustizia e Diritti dal Pianeta Scuola

Il lavoratore che ha subito una sanzione disciplinare non può essere estromesso da un concorso interno bandito dal Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Tribunale di Pisa – Sentenza n. 226-2017

Il Tribunale di Pisa in funzione del giudice del lavoro accoglie il ricorso presentato dall’avv. Francesco Americo di un lavoratore del Consiglio Nazionale delle Ricerche che si è visto estromettere da un concorso interno per aver subito una sanzione disciplinare nonostante la medesima sanzione fosse stata impugnata con separato giudizio.

Il lavoratore ha pertanto impugnato la clausola del bando che prevedeva la esclusione dei lavoratori che entro il biennio avessero subito una sanzione disciplinare.

Il giudice di primo grado ha evidenziato preliminarmente che in base al principio della tassatività non possono derivare altre conseguenze di ordine strettamente sanzionatorio da tale provvedimento, come sarebbe nel caso in cui si impedisse al ricorrente l’accesso alla selezione per la progressione per il solo fatto di essere stato sanzionato in sede disciplinare.

Quindi, prosegue il giudice “ l’aver riportato una certa sanzione in un determinato arco temporale vale obiettivamente come sanzione ed allora la preclusione di cui al bando finisce per rappresentare una illegittima duplicazione o aggravamento della sanzione, non prevista né quale sanzione principale né quale effetto secondario di essa”.

In considerazione di quanto sopra il Tribunale di Pisa ha riconosciuto il diritto del lavoratore di partecipare alla procedura di progressione interna e condannato il CNR al pagamento delle spese legali sia per la fase cautelare sia per la fase di merito.

Avv. Francesco Americo

Cerca nel sito
News
Giurisprudenza scuola 2011 Mobilità Giurisprudenza scuola 2009 Normativa scuola 2011 Normativa scuola 2009 Sicurezza Disabili Procedimento amministrativo Esame di Stato Normativa scuola 2014 Normativa scuola 2010 Graduatorie Permessi e assenze Normativa scuola 2013 Procedimento giurisdizionale Iscrizione Responsabilità Procedimento disciplinare Normativa scuola 2012 Concorsi Orario Contrattazione Giurisprudenza scuola 2016 Precariato Giurisprudenza scuola 2010 Dirigenti scolastici TFA Cessazione dal servizio Giurisprudenza scuola 2018 Giurisprudenza scuola 2013 Assunzione Contratti Incompatibilità NEWS Valutazione CONTRIBUTI Giurisprudenza scuola 2017 Legge 104 Comportamento antisindacale Organico Supplenze Riforma Gelmini Retribuzione Scrutini Giurisprudenza scuola 2012 Giurisprudenza scuola 2014 Religione cattolica Giurisprudenza scuola 2015 Sostegno Normativa scuola 2015
Avv. Elena Spina Tar Molise Corte di Cassazione Avv. Giovanni Rinaldi Tar Lazio Leggi ATA Tar Puglia Tribunale di Torino CNPI Katjuscia Pitino Sindacato SAB Accesso Avv. Angelo Tuozzo Tribunale di Roma Gilda Unams Tar Calabria Giurisdizione FLC-CGIL Tribunale di Brindisi Consiglio di Stato Tar Campania Tar Lombardia Avv. Giuseppe Versace Corte Costituzionale Avv. Giuseppe Policaro Governo Funzione Pubblica Corte dei Conti Avv. Marco Cini Tar Sicilia Avv. Maria Rosaria Altieri UIL Scuola Avv. Francesco Orecchioni Tribunale di Napoli Tribunale di Trani MIUR Anief Parlamento Tar Toscana Tribunale di Milano Tribunale di Lecce Avv. Isetta Barsanti Mauceri Avv. Luigi Giuseppe Papaleo Avv. Pietro Siviglia Cisl Scuola Tribunale di Modica Avv. Francesco Americo INPS Reiterazione contratti