Giustizia e Diritti dal Pianeta Scuola

Riconoscimento anzianità di servizio dei precari della ricerca

Tribunale di Tivoli – Sentenza n. 834-2017

Il Tribunale di Tivoli in funzione del giudice del lavoro accoglie il ricorso presentato dall’avv. Francesco Americo di una lavoratrice precaria del Consiglio Nazionale delle Ricerche che aveva prestato servizio con contratti di lavoro a tempo determinato dal 1992 al 1996 e che al momento della sua assunzione a tempo indeterminato si è vista non riconoscere tale periodo di lavoro.

Fatte queste premesse di carattere generale il giudice di primo grado rileva che “risponde a canoni di equità il principio in base al quale l’anzianità di servizio, quantomeno in proporzione alla prestazione lavorativa effettivamente resa, venga considerata ai fini degli aumenti periodici, pur in assenza di una esplicita disposizione contrattuale o normativa in tal senso, ovvero ai fini dell’applicazione di tutti gli istituti contrattuali che hanno quale presupposto la sussistenza di una pregressa attività lavorativa”.

Per arrivare a teli conclusioni, il giudice richiama anche la giurisprudenza comunitaria e la direttiva n. 1999/70/CE in materia di abuso nella reiterazione dei contratti a tempo determinato ove risulta chiaro che lo scopo della direttiva è non solo di stabilire un quadro per la prevenzione degli abusi derivanti dall’utilizzo di una successione di contratti o di rapporti di lavoro a tempo determinato, ma anche di garantire il rispetto del divieto di discriminazione per quanto riguarda il lavoro a tempo determinato, come si evince dalla clausola 1, lett. a), dell’accordo quadro, secondo cui l’obiettivo di quest’ultimo è di «migliorare la qualità del lavoro a tempo determinato garantendo il rispetto del principio di non discriminazione».

In conclusione il lavoratore ottiene il riconoscimento dell’anzianità di servizio cui dovrà seguire l’attribuzione della superiore fascia stipendiale e il pagamento delle differenze retributive maturate.

Avv. Francesco Americo

Cerca nel sito
News
Giurisprudenza scuola 2016 Dirigenti scolastici Concorsi Iscrizione TFA Giurisprudenza scuola 2017 Cessazione dal servizio Responsabilità Procedimento giurisdizionale CONTRIBUTI Disabili Retribuzione Scrutini Legge 104 Normativa scuola 2011 Normativa scuola 2012 Religione cattolica Giurisprudenza scuola 2010 Comportamento antisindacale Incompatibilità Valutazione NEWS Normativa scuola 2009 Normativa scuola 2010 Giurisprudenza scuola 2009 Giurisprudenza scuola 2014 Normativa scuola 2015 Contratti Esame di Stato Giurisprudenza scuola 2011 Giurisprudenza scuola 2013 Procedimento disciplinare Giurisprudenza scuola 2012 Permessi e assenze Procedimento amministrativo Riforma Gelmini Normativa scuola 2016 Bilancio Giurisprudenza scuola 2015 Normativa scuola 2014 Precariato Sostegno Normativa scuola 2013 Assunzione Sicurezza Supplenze Organico Mobilità Graduatorie Contrattazione
Tribunale di Torino Avv. Angelo Tuozzo Parlamento Anief Accesso Corte Costituzionale Tar Molise Tar Puglia Avv. Luigi Giuseppe Papaleo Tribunale di Roma FLC-CGIL Cisl Scuola Tar Toscana Avv. Francesco Orecchioni Funzione Pubblica Tar Lombardia UIL Scuola Avv. Giovanni Rinaldi Governo MIUR Tar Campania Tribunale di Modica Avv. Maria Rosaria Altieri INPS Avv. Elena Spina Tribunale di Milano Corte dei Conti Tribunale di Brindisi Avv. Isetta Barsanti Mauceri Reiterazione contratti Avv. Giuseppe Versace Tar Calabria Avv. Marco Cini Giurisdizione Avv. Walter Miceli Tribunale di Trani Tar Lazio Avv. Giuseppe Policaro ATA CNPI Sindacato SAB Avv. Francesco Americo Corte di Cassazione Gilda Unams Consiglio di Stato Tribunale di Napoli Katjuscia Pitino Avv. Antonio De Crescenzo Leggi Tar Sicilia