Inserimento a pettine e immissione in ruolo

Con un’ordinanza collegiale il Tribunale di Salerno sez. Lavoro (in tale ipotesi ovviamente composto da tre magistrati tra cui il Presidente di sezione), probabilmente per la prima volta, ha accolto il reclamo proposto da un docente (difeso dall’avv. Angelo Maurilio Tuozzo), il quale dal giudice del 700 cpc, in prima istanza, aveva ottenuto il solo inserimento a pettine; pertanto il collegio, ha opportunamente osservato che “l’immissione a pettine e non in coda nei fatti ha un senso di concretezza solo se a tale  inserimento fa seguito l’immissione in ruolo”.

 Avv. Angelo Maurilio Tuozzo