Giustizia e Diritti dal Pianeta Scuola

Maggio, ultimo periodo dell’anno scolastico.

Docenti, allievi e genitori, tutti stanchi.

I docenti si affannano a finire il programma (nonostante non esistano più i programmi scolastici), gli allievi corrono al riparo laddove si sentono carenti ed i genitori stremati spesso si lasciano prendere la mano ed invocano la giustizia.

L’USR della Toscana, anche al fine di scoraggiare il ricorso alla magistratura da parte delle famiglie, ricorda agli operatori scolastici, docenti e Dirigenti, quali sono i loro doveri relativamente agli adempimenti da seguire in sede di scrutinio finale e le eventuali procedure da seguire qualora i genitori esercitino il diritto di accesso rispetto agli atti relativi a detti momenti collegiali.

Nel parere dell’USR si evidenzia la collegialità delle operazioni di scrutinio e la necessità che i verbali siano redatti in modo trasparente al fine di consentire la comprensione, da parte degli eventuali interessati, dell’iter logico giuridico che ha condotto i docenti all’adozione del giudizio di ammissione o non ammissione all’anno successivo.

Altro elemento fondamentale è quello, ricordato sempre nel parere, del fatto che i Dirigenti Scolastici devono consentire l’esercizio del diritto di accesso alla documentazione. Si ricorda, infatti, che gli atti adottati in sede di scrutinio sono atti amministrativi definitivi impugnabili avanti agli organi della giustizia amministrativa entro 60 giorni dalla loro adozione o dall’avvenuta conoscenza da parte degli interessati.

Il diritto di accesso deve essere esercitato ai sensi della L. 241/90 e successive modifiche e la scuola deve provvedere al rilascio della documentazione richiesta senza indugio al fine di consentire agli interessati la piena conoscenza dell’azione amministrativa svolta. Talvolta, infatti, proprio piena conoscenza delle operazioni di scrutinio è sufficiente a placare la “sete di giustizia” delle famiglie che, magari, avuta la motivazione si rendono conto della congruità del giudizio reso.

Avv. Isetta Barsanti Mauceri

Cerca nel sito
News
Supplenze Giurisprudenza scuola 2017 Incompatibilità Riforma Gelmini Giurisprudenza scuola 2018 Sicurezza Normativa scuola 2013 Assunzione Organico Normativa scuola 2010 Procedimento disciplinare Scrutini CONTRIBUTI Esame di Stato Giurisprudenza scuola 2015 Normativa scuola 2012 Normativa scuola 2009 Giurisprudenza scuola 2009 Giurisprudenza scuola 2010 Normativa scuola 2014 Procedimento giurisdizionale Sostegno Responsabilità Disabili Iscrizione Giurisprudenza scuola 2016 Comportamento antisindacale Mobilità Valutazione Legge 104 Procedimento amministrativo TFA Giurisprudenza scuola 2013 Precariato Giurisprudenza scuola 2012 Concorsi NEWS Orario Normativa scuola 2015 Contratti Religione cattolica Contrattazione Giurisprudenza scuola 2011 Dirigenti scolastici Graduatorie Normativa scuola 2011 Permessi e assenze Retribuzione Cessazione dal servizio Giurisprudenza scuola 2014
Avv. Francesco Orecchioni Accesso Avv. Isetta Barsanti Mauceri Tar Sicilia Leggi Tribunale di Milano Avv. Marco Cini Cisl Scuola Tribunale di Roma MIUR Corte di Cassazione UIL Scuola Tribunale di Torino Avv. Angelo Tuozzo Avv. Giovanni Rinaldi Tribunale di Lecce Tar Puglia Consiglio di Stato Tar Calabria Avv. Pietro Siviglia Avv. Elena Spina Funzione Pubblica Tribunale di Napoli Reiterazione contratti Tribunale di Brindisi Governo Avv. Luigi Giuseppe Papaleo FLC-CGIL Anief CNPI Tar Campania Gilda Unams Parlamento Avv. Maria Rosaria Altieri Tar Toscana Tar Molise Tar Lazio Sindacato SAB Avv. Giuseppe Versace Giurisdizione Corte Costituzionale Tar Lombardia ATA Avv. Giuseppe Policaro Corte dei Conti Tribunale di Trani Avv. Francesco Americo Katjuscia Pitino INPS Tribunale di Modica