Giustizia e Diritti dal Pianeta Scuola

COMUNICATO STAMPA

È esemplare il caso della rendicontazione dei finanziamenti europei per l’inclusione sociale e la lotta al disagio nonché per garantire l’apertura delle scuole oltre l’orario scolastico soprattutto nelle aree a rischio e in quelle periferiche: la piattaforma di gestione presenta meccanismi di complessità assoluta, con la richiesta continua di verbali anche solo per dire che si è usata la piattaforma, impegnando il dirigente scolastico per un alto numero di ore in cambio di meno di un compenso che corrisponde ad un rimborso spese. Udir ritiene che quando si lavora per le scuole sia necessario conoscere i problemi e soprattutto i processi organizzativi da gestire: la Ministra dell’Istruzione ci spieghi perché questo non avviene.

Marcello Pacifico (presidente Udir): Come se non bastassero i centomila e un adempimento richiesti sino ad oggi alle scuole ora ci si mette anche la programmazione Pon a rendere la vita impossibile ai Dirigenti Scolastici. Come Udir denunciamo la gravità di quanto avvenuto con i Pon inclusione e chiediamo un incontro urgente con la Ministra dell’Istruzione. Riteniamo assurdo che venga rilasciata una piattaforma di gestione con meccanismi di complessità assoluta e che richieda verbali anche solo per dire che si è usata la piattaforma, impegnando il dirigente per più di dodici ore in cambio di 25 euro. Risulta poi parossistico che venga richiesto di protocollare per i Pon documenti che la normativa italiana invece non contempla – come ad esempio i verbali interni – o che le scuole siano tenute a fare i progetti rischiando che, per qualche errore indotto da pessime indicazioni, ci debbano pure rimettere i soldi, se non peggio: è paradossale che il continuo ‘buttare sulle scuole’ attività mal strutturate, pregne di responsabilità in carico ai dirigenti, non venga stigmatizzato da nessuna sigla sindacale. La difesa del diritto della scuola di imparare le procedure di azioni nuove, ma anche e soprattutto di avere procedure efficaci, è quanto Udir chiede sin d’ora con fermezza alla Ministra.

 

La vita professionale dei dirigenti scolastici è diventata una scalata senza possibilità di arrivare alla meta: alle responsabilità in eccesso, in cambio di stipendi lontanissimi dagli altri dirigenti pubblici e con aumenti insignificanti in arrivo, si aggiungono con estrema frequenza ulteriori incombenze sollecitate da Viale Trastevere. Il problema è che oltre ad essere in alto numero, risultano pure complicate e prive delle indicazioni utili per un agevole trattamento. Con la gestione dei fondi Pon 2014 – 2020 si è superato il limite: stiamo parlando di finanziamenti europei introdotti con Avviso 10862 del 16 settembre 2016, diretti specificatamente alla “inclusione sociale e alla lotta al disagio nonché per garantire l’apertura delle scuole oltre l’orario scolastico soprattutto nelle aree a rischio e in quelle periferiche”.

Il problema è quello della gestione e rendicontazione, da parte degli istituti scolastici, degli interventi di sostegno agli studenti caratterizzati da particolari fragilità, tra cui anche persone con disabilità, al fine di ridurre il fallimento formativo precoce e la dispersione scolastica: la piattaforma di gestione presenta meccanismi di complessità assoluta, con la richiesta continua di verbali anche solo per dire che si è usata la piattaforma, impegnando il dirigente scolastico per un alto numero di ore in cambio di meno di un compenso che corrisponde ad un rimborso spese.

“Come se non bastassero i centomila e un adempimento richiesti sino ad oggi alle scuole – spiega Marcello Pacifico, presidente Udir – ora ci si mette anche la programmazione Pon a rendere la vita impossibile ai Dirigenti Scolastici. Come Udir denunciamo la gravità di quanto avvenuto con i Pon inclusione e chiediamo un incontro urgente con la Ministra dell’Istruzione, affinché venga ripristinata la dignità di tutto il personale scuola. Riteniamo assurdo che venga rilasciata una piattaforma di gestione con meccanismi di complessità assoluta e che richieda verbali anche solo per dire che si è usata la piattaforma, impegnando il dirigente per più di dodici ore in cambio di 25 euro”.

“Risulta poi parossistico – continua il sindacalista autonomo – che venga richiesto di protocollare per i Pon documenti che la normativa italiana invece non contempla – come ad esempio i verbali interni – o che le scuole siano tenute a fare i progetti rischiando che per qualche errore, non certo volontario, ma indotto da pessime indicazioni, ci debbano pure rimettere i soldi, se non peggio”.

Udir ritiene che quando si lavora per le scuole sia necessario conoscere i problemi e soprattutto i processi organizzativi da gestire. “È paradossale che il continuo ‘buttare sulle scuole’ attività mal strutturate, pregne di responsabilità in carico ai dirigenti, non venga stigmatizzato da nessuna sigla sindacale. La difesa del diritto della scuola di imparare le procedure di azioni nuove, ma anche e soprattutto di avere procedure efficaci, è quanto Udir chiede sin d’ora con fermezza alla Ministra dell’Istruzione”, conclude Pacifico.

 

PER APPROFONDIMENTI:

Dirigenti scolastici, ma quale valorizzazione: la riforma Madia blocca le indennità, il FUN non potrà crescere di un euro

Dirigenti scolastici nel mirino del Miur, nel Lazio devono restituire 3.355 euro a testa ma il calcolo è errato

Dirigenti scolastici, la spending review non è finita: stipendi tagliati di 350 euro

Dirigenti scolastici, amministrazione nel pallone: in Sicilia stipendi diversi in base alla provincia

Dirigenti scolastici, in 2mila scrivono alla Ministra: basta parole, abbiamo responsabilità crescenti e lo stipendio che si riduce

Dirigenti scolastici, solo a parole si vuole ridurre il gap rispetto agli altri comparti: dalla Legge di Stabilità in arrivo appena mille euro in più rispetto ai 13mila dovuti nel contratto e mai stanziati

Presidi, il gap rispetto ai dirigenti di Università e Ricerca è di 38mila euro annui e la Legge di Bilancio non li colma: servono 285 milioni di euro

Dirigenti scolastici, l’equiparazione degli stipendi agli altri lavoratori della stessa area è solo di facciata

Dirigenti scolastici, retribuzione individuale: per il giudice ai fini dell’anzianità vale pure il servizio maturato da docenti

Dirigenti scolastici, ma quale aumento di 400 euro netti al mese? Sono appena 160 e pure a rate

Dirigenti scolastici, la pazienza è finita: arrivano i ricorsi contro il taglio del Fun, cosa andiamo a chiedere al giudice

LEGGE DI STABILITÀ – Udir presenta in Senato emendamenti su perequazione interna ed esterna, sicurezza, ripristino e aumento Fun

LEGGE DI STABILITÀ – Dirigenti scolastici, Udir chiede al Senato di affrontare il nodo degli stipendi

RINNOVO CONTRATTO P.A. – Udir: ridotti alla miseria dirigenti statali della Scuola, Comuni, Regioni e medici

LEGGE DI STABILITÀ – Udir: ultimo appello ai deputati prima dell’apertura dei ricorsi sulla perequazione esterna

LEGGE DI STABILITÀ – Sicurezza scuole, tutto rimane come prima: i presidi saranno costretti a chiuderle

Cassazione: pure gli istituti non a norma in zone a basso rischio sismico vanno chiusi dai presidi. Appello Udir-Confedir ai dirigenti scolastici: non assumete più responsabilità sulla vostra pelle

 

30 gennaio 2018                                                                                                     Ufficio Stampa Udir

                                                                                                                                          www.udir.it

Cerca nel sito
News
CONTRIBUTI Normativa scuola 2013 Sostegno Contratti Religione cattolica Procedimento amministrativo Assunzione Giurisprudenza scuola 2017 Responsabilità Retribuzione Graduatorie Giurisprudenza scuola 2012 Mobilità Disabili Procedimento giurisdizionale Riforma Gelmini Legge 104 Permessi e assenze Sicurezza Comportamento antisindacale Scrutini Cessazione dal servizio Precariato Contrattazione Normativa scuola 2010 TFA Orario Giurisprudenza scuola 2016 Normativa scuola 2011 Incompatibilità Valutazione Giurisprudenza scuola 2010 Normativa scuola 2014 Giurisprudenza scuola 2015 Giurisprudenza scuola 2011 Esame di Stato Giurisprudenza scuola 2014 Giurisprudenza scuola 2013 Dirigenti scolastici Iscrizione Giurisprudenza scuola 2009 Normativa scuola 2012 Supplenze Procedimento disciplinare Normativa scuola 2015 NEWS Normativa scuola 2009 Organico Concorsi Giurisprudenza scuola 2018
Avv. Maria Rosaria Altieri Tar Lombardia Tar Puglia Corte Costituzionale INPS Accesso Katjuscia Pitino Avv. Pietro Siviglia Avv. Marco Cini Governo Leggi Avv. Angelo Tuozzo Avv. Francesco Orecchioni CNPI Consiglio di Stato Tar Toscana Cisl Scuola Funzione Pubblica MIUR Gilda Unams Tar Lazio Sindacato SAB Corte dei Conti Giurisdizione Anief Reiterazione contratti Avv. Francesco Americo ATA Avv. Giuseppe Versace Tribunale di Napoli Tribunale di Milano Tribunale di Roma Parlamento Avv. Giovanni Rinaldi Tribunale di Lecce Avv. Luigi Giuseppe Papaleo Avv. Elena Spina Tribunale di Torino Tar Sicilia Tar Molise Tar Campania Tar Calabria Avv. Isetta Barsanti Mauceri Tribunale di Modica UIL Scuola FLC-CGIL Corte di Cassazione Tribunale di Brindisi Avv. Giuseppe Policaro Tribunale di Trani